TRAFAIR nella Città di Pisa

Come descritto dal Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (P.U.M.S.) per la città Metropolitana di Pisa, il sistema della mobilità costituisce certamente un elemento di forte impatto ambientale che condiziona pesantemente la vivibilità della città e la relativa fruibilità degli spazi urbani. Il piano sottolinea inoltre che la mobilità risulta essere responsabile di una parte considerevole delle emissioni di inquinanti e di gas serra in ambiente urbano, pertanto una corretta gestione del trasporto può e deve avere un impatto significativo, intervenendo in maniera anche sostanziale sul benessere e sulla qualità della vita di una larga parte della popolazione italiana e pone come obiettivo concreto quello di intervenire per migliorare la qualità dell’aria a partire da NOx, CO2, PM2.5 e PM10. Il PUMS rivolge anche particolare attenzione al tema del coinvolgimento dei cittadini nei processi di innovazione ed incentivandoli ad esprimere il proprio punto di vista e le proprie esigenze alla Pubblica Amministrazione. Dal Piano risulta pertanto fondamentale la necessità di promuovere e attuare azioni per ridurre tale problematica, quali il rinnovo del parco auto sia pubblico che privato, la promozione all’uso di mezzi pubblici e piste ciclabili, etc. Tre sono le città Toscane coinvolte in TRAFAIR: Firenze, Pisa e Livorno che hanno dimostrato, nel tempo, una particolare attenzione riguardo alla gestione delle smart cities, rientrando in progetti specifici inerenti alla l’Agenda Digitale Italiana, la Strategia italiana per la banda ultra larga e la Strategia per la Crescita Digitale 2014-2020. Questo per il perseguimento degli obiettivi di semplificazione e collaborazione al fine di promuovere le smart cities, i servizi e le competenze digitali,  volte al raggiungimento della strategia Europa 2020.

Il lavoro di ricerca effettuato nel corso di TRAFAIR diviene fondamentale e risulta strumento di supporto alle decisioni per Regione Toscana e per la città di Pisa per fornire un supporto in tempo reale, sul prossimo futuro e anche su stime a lungo termine. Le Dashboard e gli strumenti della piattaforma Snap4City, sviluppata da Disit Lab (DINFO, Università degli Studi di Firenze) in anni di ricerca e usata come piattaforma di riferimento anche per TRAFAIR in Toscana, sono già attualmente utilizzati nella Control Room del sindaco di Firenze, a testimonianza della importanza della collaborazione tra enti pubblici e ricerca. Un secondo obiettivo rilevante di TRAFAIR è quello di comunicare con i cittadini e renderli consapevoli sullo stato della Mobilità e sulla qualità dell’aria che respirano per aumentare consapevolezza e sensibilità su queste importanti tematiche. La situazione del traffico in tempo reale è visibile per tutti i cittadini in una dashboard, grazie all’applicazione del Disit Traffic Model nella città di Pisa.

https://www.snap4city.org/dashboardSmartCity/view/index.php?iddasboard=MTc5NQ==

Uno degli obiettivi del progetto TRAFAIR è quello di misurare costantemente il livello di alcuni gas presenti nell’aria: monossido di azoto (NO), biossido di azoto (NO2), monossido di carbonio (CO) e ozono (O3).

Le misurazioni sono fornite da 5 centraline, ognuna dellequali ha numerose celle, una per ogni gas da misurare a partire dai 4 gas di interesse per TRAFAIR, ma anche PM2.5, PM10, umidità, temperatura, etc. Le centraline sono state realizzate  dal CNR-IBE e posizionate in collaborazione con Regione Toscana e Comune di Pisa nelle varie zone della città.

Risultati di TRAFAIR

Cittadini, Regione Toscana e Pubblica Amministrazione, possono visualizzare il livello di inquinamento in tempo reale e le previsioni relative ai due giorni successivi accedendo alle Dashboards e scaricando la Mobile App ‘Toscana in a Snap’:

Tre sono i partner di TRAFAIR per le città di Firenze, Pisa e Livorno.

Regione Toscana, che ha messo a disposizione i dati aperti riferiti implementando la relazione di cessione dei dati utili attraverso la propria rete di contatti e ha collaborato con i Comuni per verifica e installazione dei sensori del traffico e della qualità dell’aria. Regione Toscana ha anche ampliato le funzioni e la disponibilità dei dati aperti detenuti riferiti all’inquinamento dell’aria attraverso il sito dati.toscana.it.

Disit Lab, DINFO - Università di Firenze, che gestisce il Data Center in Toscana per il calcolo delle predizioni del traffico e della qualità dell’aria. Ha messo a disposizione la piattaforma Snap4City per le varie fasi previste da TRAFAIR e quindi per ingestion e modellazione dati, sviluppo e applicazione dei modelli predittivi, realizzazione di dashboard e Mobile App.

CNR-IBE - Istituto per la Bioeconomia del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa ha installato le centraline utili a TRAFAIR utilizzando un nuovo tipo di sensori a basso costo, realizzando gli algoritmi di calibrazione, calibrati anche facendo riferimento anche alle stazioni ARPAT.

What DISIT lab with Snap4City platform has done for TRAFAIR, exploiting the High Performance Computing insfrastructure and machine learning solutions of DISIT lab:

  • development of the traffic flow reconstruction model and tools
  • implementation of the traffic flow reconstruction algorithm and processes for: Firenze, FIPILI, Livorno, Pisa, Santiago di Compostela
  • development of the GRAL Based solution for predicting NOX over the cities of Firence, Livorno and Pisa
  • Validation of the GRAL vs actual values
  • deploy of a number of air quality sensors with the support of CNR IBE
  • development of specific Dashboards for accessing to data, heatmapstraffic flow, etc., drill down and animations on heatmaps
  • development of views into mobile Apps to allow the users to access at air quality data and predictions
  • dissemination and promotion activities 
  • etc. 

Other examples and connected scenarios:

 

TRAFAIR: INEA CEF-TELECOM Project
co-funded by European Union
AGREEMENT No INEA/CEF/ICT/A2017/1566782